Radiologia Contrastografica

Lo Studio Radiologico Lascaro esegue i seguenti esami:

  • Apparato Digerente
  • Clisma opaco a doppio contrasto

Prima di fare questi esami è necessario seguire una procedura: si consiglia di chiedere informazioni in Accettazione prima di raggiungere lo studio.

L’esame radiografico dell’apparato digerente deve essere eseguito a digiuno completo da almeno 8 ore, evitando anche l’assunzione di liquidi. Il digiuno ha lo scopo di liberare stomaco e duodeno dal contenuto alimentare che ne impedirebbe una corretta osservazione
L’esame non è doloroso né fastidioso. Il paziente, posto sull’apparecchio radiografico, viene invitato a bere il mezzo di contrasto, fornito in preparazioni commerciali dal sapore gradevole.
La durata dell’esame radiografico dell’apparato digerente è molto variabile e dipende dalle condizioni e dalla collaborazione del paziente, dall’esperienza dell’operatore e dal tipo di apparecchio impiegato: mediamente, essa può variare fra 10 e 20 minuti.

Il clisma opaco doppio contrasto è una radiografia del colon e del retto che viene effettuata mediante l'utilizzo di sospensione di acqua e bario introdotti per via rettale e successivamente di aria che consente di rendere visibile ai raggi x la struttura dell'organo in cui viene immessa, cioè il colon in toto.

Dal momento che la buona riuscita dell'esame diagnostico dipende dalla pulizia dell'intestino - la presenza di feci potrebbe infatti impedire una corretta osservazione del colon - il giorno che precede l'esame è bene prepararsi rispettando precise regole alimentari. E' quindi vietata l'assunzione di cibo a partire dalle ore 17.00 del giorno prima dell'esame ed è consigliato vivamente di bere molta acqua. Tale alimentazione verrà integrata con preparazioni lassative prescritte dal medico. E' consentito tuttavia avere una leggera colazione il giorno dell'esame, assumendo esclusivamente thé o caffé.

Il clisma doppio contrasto non può essere effettuato in caso di perforazione intestinale o qualora si sospetti una peritonite (l'infiammazione del peritoneo, che è la membrana che avvolge l'intestino).
Non è un esame pericoloso, ma può rivelarsi fastidioso. L'inserimento della sonda, del liquido di contrasto e dell’aria provoca frequentemente dolori addominali, a volte anche importanti.

Approfondimento

La Radiologia Contrastografica è una tecnica radiografica che utilizza un mezzo di contrasto per rendere meglio visibili alcuni organi del corpo umano che assorbono poco le radiazioni, quali lo stomaco, il fegato, i reni e gli altri organi addominali.
Somministrando il solfato di bario, mezzo di contrasto dotato di intensa radiopacità, che non viene assorbito né metabolizzato dall'organismo, diventano visibili gli organi che li contengono.
L'effetto contrastografico ha durata transitoria e l'esame radiografico deve essere eseguito, a seconda dei casi, subito o poco dopo l'assunzione del mezzo di contrasto.
Per effettuare un’indagine completa, il Paziente deve essere opportunamente posizionato, al fine di evidenziare la presenza di una normale peristalsi o di anomalie funzionali anche latenti.